Eric Romang, un ricercatore di sicurezza informatica, ha scoperto un punto debole di Internet Explorer (ne sono affette le versioni 7,8,9) che ha permesso ad un malware, Poison Ivy, di infettare il suo PC. Questo malware è molto pericoloso perchè permette sia di carpire i dati, sia di accedere al computer colpito senza che i proprietario se ne accorga. Il punto debole scoperto fra l'altro è una vulnerabilità "zero day": significa che è un problema che nessun aveva ancora scoperto prima: quindi una falla abbastanza rara.

Microsoft è corsa prontamente ai ripari risolvendo il problema: ha realizzato un kit web gratuito che si può scaricare da questo link: Enhanced Mitigation Experience Toolkit v3.0 (EMET).

Error 500--Internal Server Error
From RFC 2068 Hypertext Transfer Protocol -- HTTP/1.1:
10.5.1 500 Internal Server Error
The server encountered an unexpected condition which prevented it from fulfilling the request.


Per quanto questo errore vi possa sembrare un problema esclusivamente lato server, cioè del sito internet che lo ha generato, in realtà frequentemente non risulta così.
Infatti la prima azione da intraprendere in occasione di questo errore è quella di cancellare file temporanei e cookie presenti sul computer. Questa pulizia risulta nella maggior parte dei casi come risolutiva del “Error 500--Internal Server Error”

Eseguendo una stampa da Internet Explorer oppure di una mail da Outlook Express viene stampato il codice sorgente html invece della pagina web o mail.
Questo problema è dovuto all’associazione, come programma di apertura, dei file tmp ad un editor di testo (esempio: notepad).

Quindi per risolvere il problema descritto bisogna eliminare questa associazione tramite i passi seguenti:

  • Aprire l’esplora risorse
  • Dal menu in altro selezionare “Strumenti – Opzioni cartella – Tipi di File
  • Selezionare l’estensione TMP ed Eliminare l’associazione al programma di apertura.

 

Aggiornamenti: Internet Explorer 8 non presenta il problema sopraindicato.

Se con Internet Explorer vi viene chiesto sempre l’installazione di java, ma anche se completata correttamente il programma non funziona e alla riapertura l’installazione viene nuovamente proposta probabilmente state utilizzando la versione di Internet Explorer a 64bit.

Questa versione con è ancora supportata dai programma java quindi per i siti che utilizzano la tecnologia java dovete utilizzare la versione di Internet Explorer a 32bit.

Molti siti web vengono visualizzati male o addirittura perdono alcune funzionalità su Internet Explorer 8, questo è dovuto ad una diversa interpretazione dei css e javascript dalle versioni precedenti del browser.

Per risolvere questo problema Internet Explorer 8 offre una funzionalità denominata “Visualizzazione Compatibilità” la quale permette di visualizzare le pagine internet nella stessa modalità di Internet Explorer 7.

Per aggiungere un sito alla visualizzazione compatibilità basta cliccare sul relativo pulsante  presente nella barra degli indirizzi oppure cliccare sulla voce di menu “Strumenti – Impostazioni Visualizzazione Compatibilità” quindi inserire il sito cliccando sul pulsante “Aggiungi”.